Presentazione

imgCdaIl Consorzio per l’Area di Sviluppo Industriale del Lazio (Roma & Latina), costituito con D.P.R. 13.06.1966 n. 562, ai sensi e per gli effetti dell’ art. 21 della Legge 29 luglio 1957 n. 634 e sue successive modificazioni ed integrazioni, per effetto dell’ adeguamento alle norme della Legge Regionale 29.05.1997 n. 13 (combinato disposto art. 1, comma 2° ed art. 12, 3° comma), assume la denominazione di “Consorzio per lo sviluppo industriale Roma & Latina”.
A norma dell’ art. 36 della Legge 05/10/1991 n. 317, il Consorzio è Ente Pubblico Economico e rappresenta lo strumento organizzatorio dei Soggetti costituenti ed è dotato di autonomia imprenditoriale.

Lo Statuto consortile attualmente in vigore, approvato dall’ Assemblea Generale del Consorzio nella seduta del 13 ottobre 2000, ribadisce i principi generali contenuti nell’ art. 36 della Legge n. 317/1991 e nella Legge Regionale n. 13/1997, affermando che “il Consorzio è Ente Pubblico Economico e rappresenta lo strumento organizzatorio dei Soggetti costituenti ed è dotato di autonomia imprenditoriale”.

Al fine di favorire l’insediamento di nuove industrie, il Consorzio ha un suo Piano Regolatore Territoriale attraverso il quale individua quali sono le zone più idonee ad accogliere gli insediamenti produttivi e provvede poi ad attrezzarli mediante la realizzazione di opere infrastrutturali (rete stradale, idrica, fognante, ecc).

Dopo aver opportunamente equipaggiato le aree, il Consorzio provvede ad assegnarle a coloro che siano interessati alla creazione di nuove iniziative industriali, che possono acquisirle direttamente o attraverso una procedura espropriativa.
Contemporaneamente, il Consorzio fornisce la propria assistenza agli operatori al fine di creare i presupposti necessari per lo sviluppo economico dell’area.

Il primo Piano Regolatore Territoriale dell’area è stato approvato con deliberazione del Consiglio Regionale del Lazio n. 129 dell’11/07/1972. Attualmente è in vigore la Variante Generale di Adeguamento ed Aggiornamento del Piano stesso, con le relative Norme Tecniche di Attuazione, approvata dal Consiglio Regionale del Lazio nella seduta del 29/02/2000 con deliberazioni n. 658 e n. 659, pubblicate sul S.O. n. 4 al B.U.R.L. n. 17 del 20/06/2000.