Servizi

Servizi erogati

Attualmente le finalità  e le attività  del Consorzio Industriale sono disciplinate dalla Legge Regionale 29/05/1997 n. 13 che affida allo stesso una serie di compiti, che vengono di seguito elencati (ai sensi dell’ART. 5 dello statuto vigente).

Il Consorzio, come ente pubblico economico, è costituito per la promozione dell’industrializzazione e dell’insediamento di altre attività  produttive nelle aree comprese nel proprio territorio di competenza.

Nel quadro delle previsioni della programmazione generale e di settore della Regione, il Consorzio promuove, nell’ambito delle aree degli agglomerati Industriali, le condizioni necessarie per la creazione e lo sviluppo di attività  produttive industriali, artigianali e di commercio all’ingrosso.

Per i fini di cui al comma 1, il Consorzio, in via esclusiva nell’ambito delle aree territoriali di competenza, provvede in particolare:

  1. Alla redazione, in conformità  alle indicazioni del Piano Regionale di Sviluppo, dei piani regolatori della aree e dei nuclei di sviluppo industriale (Piano Regolatore Territoriale);
  2. Ad assegnare le aree, in conformità  alle previsioni del Piano Regolatore Territoriale, ad Imprese che esercitano attività  produttive industriali, artigianali, di commercio all’ingrosso; le aree a servizi e verde attrezzato;
  3. gestire le aree produttive individuate dagli strumenti urbanistici;
  4. Ad acquisire le aree ed attrezzarle con le opere di urbanizzazione necessarie;
  5. A gestire, nelle forme previste dalle leggi vigenti, i servizi consortili ponendone il pagamento a carico dei beneficiari;
  6. curare la promozione dei Patti Territoriali di cui all’art.8 del Decreto Legge n.244 del 1995, convertito con modificazioni con la Legge n. 341 del 1995, e di altre normative nazionali e comunitarie in materia di fondi ed iniziative legate allo sviluppo produttivo dell’area interessata;
  7. realizzare e gestire direttamente o mediante la costituzione di Società  miste, anche con la partecipazione degli Enti Locali interessati, attività  strumentali all’insediamento di attività  produttive, ed in particolare:
    1. realizzare e gestire infrastrutture per l’industria, porti, rustici industriali, centri internodali, anche attraverso l’acquisto di aree a già destinate;
    2. organizzare servizi reali alle Imprese ed in particolare iniziative per l’orientamento e la formazione professionale dei lavoratori, dei quadri intermedi dei giovani imprenditori;”
    3. realizzare e gestire attività  di servizio quali la gestione di centrali di cogenerazione per produzione di energia e teleriscaldamento, impianti di selezione e cernita dei rifiuti civili ed industriali prodotti negli Agglomerati, impianti per il recupero di materiali riutilizzabili e per lo smaltimento di rifiuti speciali, piattaforme polifunzionali per l’inertizzazione o per la termodistruzione, laboratori attrezzati per il controllo della qualità  dei prodotti e per l’analisi di acque, aria, rifiuti, rumore. La realizzazione di tali iniziative deve conformarsi alle indicazioni degli Enti Locali, cui spettano le funzioni amministrative ai sensi della Legge 8 Giugno 1990 n. 142.
    4. Promuovere l’espropriazione di aree ed immobili necessari ai fini dell’attrezzatura della zona e della localizzazione industriale, ai sensi del 4° comma dell’art.7 della Legge Regionale n. 13/97.
    5. Assumere qualunque iniziativa idonea al raggiungimento dei fini istituzionali;
    6. Assumere le funzioni previste per i consorzi dalla Legge n.448/98;”
    7. Ai fini dello svolgimento delle funzioni di cui al presente articolo, il Consorzio può promuovere o partecipare a Consorzi e Società  consortili, nonché stipulare Convenzioni o accordi amministrativi ai sensi dell’art.15 della Legge 7 Agosto 1990 n. 241 e dell’art.24 della Legge n.142/90 e successive modificazioni ed integrazioni.
  8. Servizi alle imprese – “Internazionalizzazione”